Novilara ai primi del '900

Le storie di Novilara: 7 passi lungo le mura

2 – Camilla d’Aragona, 1475

Il 26 maggio 1475 la principessa Camilla d’Aragona sosta a Novilara per incontrare Costanzo Sforza, signore di Pesaro, al quale andrà sposa due giorni dopo.
Lungo la strada proveniente da Fano il corteo di Camilla è accolto da gran numero di putti vestiti di bianco con ghirlande in testa e con palme di olivo in mano… e molti spiritelli che spargevano fiori sopra la compagnia… e settanta giovani tutti vestiti di verde... Giunta al castello, uno spiritello accompagnato da gran triompho de campane, trombette e spingarde calandosi da un arco trionfale così saluta la principessa: Gridan le strade, il castello e la villa, viva Constantio cum la sua Camilla.
A Novilara Camilla alloggia nel palazzo di impianto malatestiano che domina il castello, per l’occasione ornatissimo di ogni regale apparato. Nel cortile, balli et danze assai di giovani et di donne, mentre per tutta la notte non si cessando mai di fare falò, et trarre schiopetti et gridare Ragonia, Sfortia in fino al Cielo; et fare altri segni infiniti di letizia (da A. Degli Abbati Olivieri Giordani, Memorie di Novilara, castello del contado di Pesaro, Pesaro 1777).
Le nozze ebbero luogo a Pesaro la mattina del 28 maggio e i festeggiamenti continuarono fino al 30. Celebre è rimasta la descrizione del banchetto di dodici portate intitolate agli dei, protrattosi per oltre 7 ore.

Novilara (Pesaro e Urbino), uno dei pannelli illustrativi collocati in paese (Camilla d'Aragona)

0 comments on “Le storie di Novilara: 7 passi lungo le mura

Lascia un commento!